23.07.2018
Fondazione Giovanni Paolo II di Campobasso entra nella rete assistenziale della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma

Con l’approvazione da parte della Prefettura di Campobasso il 5 luglio sono diventate esecutive le modifiche dello statuto della Fondazione di Ricerca e Cura Giovanni Paolo II (FGP II) deliberate dal Consiglio di Amministrazione del 13 giugno. 

Per effetto di tali modifiche FGP II entra a tutti gli effetti nel perimetro di consolidamento della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS che ne nomina la maggioranza degli amministratori e assume il ruolo di “direzione e coordinamento di gruppo”.

La Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS ha inoltre assunto anche lo status di Partecipante Istituzionale.

La modifica apportata, che ha ricevuto il previo consenso dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, consentirà un più stretto legame operativo della realtà di Campobasso con la rete Gemelli.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione di FGP II, che si è insediato oggi, lunedì 23 luglio, vede la presenza del dott. Maurizio Guizzardi, confermato nella carica di Presidente, e dei consiglieri prof. Rocco Domenico Bellantone, prof. Marco Elefanti, prof. Gaetano Paludetti e dott. Giovanni Raimondi (di nomina Fondazione Gemelli), del prof. Stefano Baraldi (nominato dal Rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore) e dall’avv.  Nicola Lucarelli (nominato dalla Regione Molise).

FGP II è una realtà di 130 posti letto con punte di particolare eccellenza nel settore cardiochirurgico, che ha sviluppato nel 2017 un fatturato di circa 50 mln di euro.

L’integrazione col Gemelli consentirà di migliorare ulteriormente la qualità dei servizi offerti al territorio molisano e alle regioni confinanti e di conseguire significative sinergie nella condivisione dei servizi comuni. 

Condividi Condividi questa news per posta elettronica E-mail Condividi questa news su Facebook Facebook Condividi questa news su Twitter Twitter Condividi questa news su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questa news