11.10.2017
Festa del Cinema di Roma, due film alla sala MediCinema presso il Policlinico Gemelli per pazienti e familiari

L’edizione 2017 della Festa del Cinema avvia una nuova straordinaria collaborazione, proponendo ai pazienti del Policlinico Universitario A. Gemelli - in contemporanea con le sale dell’Auditorium del Parco della Musica – due film selezionati nel Programma Ufficiale della festa e scelti con attenzione per un pubblico molto speciale.

Da aprile 2016 esiste, infatti, una vera sala cinema all’interno del Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, 

entrata a regime a settembre dello stesso anno con un programma bisettimanale, il martedì per tutti i pazienti e il giovedì dedicata ai reparti pediatrici. La programmazione di film in contemporanea a quella delle “normali” sale cittadine - grazie alla grandissima collaborazione con tutte le aziende di produzione e distribuzione cinematografica - è rivolta ai malati e ai loro familiari e accompagnatori: un innovativo strumento di cura che accompagna le terapie tradizionali e si propone di offrire ai degenti un 2effetto pausa” e il sollievo di una sensazione di normalità. 

Il metodo e la gestione del programma, su base nazionale e in fase di sviluppo, è in capo a MediCinema Italia Onlus, che ha promosso contemporaneamente un progetto di ricerca scientifica coordinato dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in collaborazione con gli ospedali di altre città dove MediCinema è già presente.

Il Direttore Artistico della Festa del Cinema di Roma, Antonio Monda, (nella foto insieme a Piera Detassis presso la sala Pretrassi dell' Auditorium Parco della Musica di Roma) ha dichiarato “Oltre alle sedi abituali del MAXXI e della Casa del Cinema, la Festa si estenderà nella città ancor più dell’anno scorso, con proiezioni ed eventi in luoghi inediti quali ad esempio le Biblioteche e il Policlinico Gemelli.”

 

 

Condividi Condividi questa news per posta elettronica E-mail Condividi questa news su Facebook Facebook Condividi questa news su Twitter Twitter Condividi questa news su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questa news