17.10.2018
Il “Setterosa” torna al Policlinico Gemelli per la gioia dei piccoli malati dei reparti oncologici
Ieri pomeriggio un nuovo gesto di amicizia della squadra nazionale femminile di Pallanuoto, vice campione alle Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016, che ha fatto visita i piccoli degenti dei reparti di Neurochirurgia pediatrica, Oncologia pediatrica e Neuropsichiatria infantile dell’ospedale.

Giornata particolare per la Nazionale femminile di pallanuoto, vice campione olimpica a Rio 2016. La mattina ad allenare i muscoli nella piscina del Centro Federale di Ostia e il pomeriggio ad "allenare il cuore", in visita ai giovani pazienti del Policlinico Universitario Agostino Gemelli. Le ragazze del Setterosa e lo staff al gran completo si sono intrattenute con i pazienti dei reparti di Neurochirurgia e Neuropsichiatria infantile presso la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma.

 La azzurre, che erano già state in visita al Gemelli due anni fa, alla vigilia della partenza per Rio de Janeiro, hanno approfittato del raduno collegiale di questi giorni a Ostia (fino al 18 ottobre) per tornare dai loro giovani tifosi, tenendo fede alla promessa fatta. Tanta emozione, selfie e consegna di maglie autografate in un pomeriggio di festa nel segno dall'amicizia e della solidarietà. Il capitano Eliza Queirolo parla a nome della squadra. "Siamo felici di essere tornate al Gemelli dai nostri amici e tifosi. 

Ce lo eravamo ripromesse e soprattutto lo avevamo promesso a loro. 

E' sempre un piacere dare un sorriso a questi bambini ed ai loro genitori che stanno attraversando un periodo poco felice. Potergli stare vicino, regalargli una maglietta, una calottina e un po' di sorrisi è un piacere immenso. Alcuni di loro ci hanno riconosciute, come Antonio che ci ha scritto una lettera e che è supertifoso di Giulia Gorlero, altri ci hanno regalato un abbraccio e tutti sono stati dolcissimi". A riceverle e accompagnarle durante la visita il Direttore della Sede romana dell'Università Cattolica Fabrizio Vicentini e il Direttore dell'Unità Operativa di Neuropsichiatria della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS Professor Eugenio Mercuri. "Un'altra fantastica giornata - aggiunge il commissario tecnico Fabio Conti -. Tra il Seterosa e il Policlinico si è consolidato un connubbio. Le nostre ragazze tornano qui sempre volentieri, raccolgono nuovi tifosi ma soprattutto portano una ventata di allegria e spensieratezza a questi bambini. Sapere di poter essergli di aiuto e in qualche modo per noi è come vincere una medaglia. Eseperenze come questa ci danno ulteriore carica per il proseguimento della stagione".
 

Condividi Condividi questa news per posta elettronica E-mail Condividi questa news su Facebook Facebook Condividi questa news su Twitter Twitter Condividi questa news su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questa news